Quale scegliere: CA, CC o cinghia di trasmissione?  
by Bobby Schenk



A seguito del rivoluzionario sviluppo delle prime membrane a Osmosi Inversa ad opera di Dupont circa 40 anni fa, sono stati prodotti milioni di litri di acqua potabile partendo da acqua salata attraverso l’utilizzo degli impianti desalinizzatori a Osmosi Inversa. Questi impianti hanno salvato vite, fertilizzato deserti e perfino prodotto l’acqua necessaria per la pista da pattinaggio su ghiaccio della famiglia reale Saudita.


Alcune delle unità più piccole hanno raggiunto un grado di affidabilità e accessibilità
tale da far si che un numero sempre maggiore di proprietari di yacht che navigano
per i sette mari, considerino il desalinizzatore come l’opzione migliore per l’approvvigionamento di un bene dal valore inestimabile come l’acqua dolce.

Tutti i desalinizzatori disponibili per yachts seguono lo stesso principio a Osmosi Inversa, secondo il quale l’acqua salata del mare, fortemente pressurizzata, scorre lungo una membrana arrotolata e semi-permeabile, che permette il passaggio di un certo quantitativo di acqua dolce. Quest’ultima viene direzionata e raccolta in serbatoi, mentre il resto di acqua salata ad alta concentrazione viene rigettata in mare.

La domanda da farsi prima dell’installazione di un desalinizzatore dovrebbe essere: Come aziono la pompa ad alta pressione? Con motore a Corrente Alternata, a Corrente Continua o dal motore principale con una cinghia di trasmissione?

I sistemi alimentati a CA sono perfetti se possedete un generatore potente.
Svariati produttori offrono un’ampia gamma di modelli. Tenete sempre in considerazione il fatto che il materiale elettrico, associato ai desalinizzatori, tende
a creare dei problemi, che normalmente non possono essere risolti senza spendere molto denaro e senza l’aiuto di una stazione di servizio autorizzata dal produttore.
Una goccia d’acqua salata nel posto sbagliato è tutto ciò che basta per cominciare
a caricare nuovamente il serbatoio. Una versione non computerizzata è molto più economica ed è molto più affidabile.

I sistemi azionati dal motore principale attraverso una cinghia di trasmissione
possono produrre enormi quantitativi di acqua dolce anche in yacht di piccole dimensioni senza generatore, evitando di sforzare eccessivamente il sistema di batteria di bordo.
Il loro unico svantaggio è che non sono molto semplici da installare e a volte lo
spazio vicino al motore non è sufficiente per collocare la pompa ad alta pressione, benché sia davvero piuttosto piccola.
Ma una volta installati correttamente funzionano a meraviglia, soprattutto se sono dotati di una valvola automatica regolatrice di pressione, che garantisce una pressione costante indipendentemente dal regime del motore, aumentando così sicurezza,
facilità operativa e resistenza nel tempo.

I sistemi da 12 o 24 Volt a CC sono i più versatili, in quanto le batterie si possono caricare con alternatori, generatori, pannelli solari, generatori eolici o ad acqua,
con alberi di trasmissione o con energia elettrica fornita dagli scali portuali.
Esistono due versioni sul mercato:

1) Sistemi con recupero energetico, le cui marche più conosciute sono Spectra, Schenker, Katadyn Power Survivor (PUR) e Livol.
2) Sistemi senza recupero energetico che utilizzano un’unica e rapida pompa a pressione, come il Village Marine Little Wonder, o le triplici pompe a pressione, a funzionamento lento e a freddo, come ECHOTec.

Ciascuna versione possiede i suoi vantaggi.
Alcuni sistemi a recupero energetico utilizzano solo il 60% degli Ampère per produrre un determinato quantitativo di acqua, riducendo così i consumi di energia. Lo Spectra 200 per esempio, considerato il migliore desalinizzatore dal punto di vista energetico, produce fino a 30 litri di acqua dolce utilizzando 10 Ampère a 12 Volt in acque calde tropicali. Un grande passo avanti, in comparazione con sistemi più vecchi come il Katadyn/PUR.

E allora perché comprare un sistema senza recupero energetico e utilizzare più Ampère? Ancora una volta moltissime ragioni! Innanzitutto le versioni modulari come ECHOTec. o Little Wonder costano circa $ 2,000.00 in meno. Sono anche più semplici da installare, più economiche da mantenere, più robuste e durevoli, garantendo un periodo di garanzia più lungo. In base al numero di ore quotidiane di funzionamento, un piccolo pannello solare, o un alternatore più potente, fa la differenza nei consumi.

Una volta stabilita la fonte di alimentazione energetica, il numero di docce e lavatrici
a bordo deve essere determinato con il comandante e l’equipaggio.
Generalmente le unità alimentate con CA e con cinghia di trasmissione producono
dai 76 ai 228 litri di acqua all’ora, mentre le unità da 12 Volt si limitano a un massimo
di 49 litri circa all’ora.

Assicuratevi che tutte le parti metalliche del vostro desalinizzatore in contatto con l’acqua, compresa la pompa ad alta pressione, siano in acciaio inox di alta qualità,
così sarete pronti a partire e a godervi la navigazione anche nei luoghi in cui il rifornimento di acqua potabile è problematico.

Ad ogni modo, i tempi in cui il desalinizzatore era soltanto uno strumento per la sopravvivenza sono finiti, è l’era del lusso!



Sistemi di Desalinizzazione a Osmosi Inversa